Archive for gennaio, 2016

Rolex_GMT_Master_II_side_560

OrologiFalsi – Test della Rolex GMT-Master II

0

Alcuni lo chiamano il “Batman” in onore del suo bianco e blu lunetta. Per più di mezzo secolo, i fan Rolex associati Rolex GMT orologi con due combinazioni lunetta colori, rosso / blu e rosso / nero. In questa funzione dagli archivi WatchTime, ci prova la prima versione del Rolex GMT-Master II mai allo sport questa combinazione di colori.
Rolex_GMT_Master_II_front_560
Le cornici Rolex GMT sono così ben noto che essi hanno soprannomi: “Pepsi” e “Coca-Cola”, rispettivamente, perché richiamano alla mente il trade dress quelle marche. Così, quando una nuova, senza precedenti, la versione in bianco e blu del Rolex GMT-Master II presentò nella finestra di Rolex a Baselworld lo scorso anno, ronzio abbondava. L’interesse per l’orologio era così acuto che la squadra di pulizia ogni pochi minuti della cabina ha dovuto cancellare dalla finestra le impronte digitali lasciate da punta fairgoers ‘a questo. Non passò molto tempo prima che l’orologio si era guadagnato il soprannome di sua iniziativa. O, piuttosto, una coppia di soprannomi: “Bruiser” e “. Batman” La lunetta è stato notevole non solo perché era nero e blu, ma perché era nero e blu e in ceramica. Nessuno era mai riuscito a combinare due colori di ceramica in un inserto pezzo unico. Finché le cornici GMT erano di metallo, come lo erano per decenni, non era trucco per farli due colori. Ma nel 2005, quando Rolex ha cominciato a spostarsi verso cornici in ceramica con il lancio di un modello speciale 50 ° anniversario del GMT-Master II, queste nuove cornici erano necessariamente un solo colore. I vantaggi della ceramica su metallo sono che è più resistente ai graffi e meno probabilità di svanire dopo anni di esposizione alla luce. Nel 2006 e nel 2007, Rolex ha fatto uscire, le versioni e-oro, rispettivamente, siderurgiche e tutto acciaio del GMT-Master II, entrambe con cornici in ceramica all-neri.
Rolex_GMT_Master_II_side_560
Che cosa ha portato bicolore sul retro era un nuovo metodo di produzione che si Rolex ha inventato e brevettato. Esso comporta l’applicazione di un sale metallico alla metà della lunetta prima che il componente viene cotta in un forno, in cui viene creato il colore. In un orologio GMT, una lunetta bicolore serve a uno scopo pratico: lo rende facile distinguere la seconda volta di orario ore del mattino dai suoi pm quelli. Nuova combinazione di Rolex colore è più che pratico, è attraente. Inoltre, ha un senso: blu è una scelta più logica per indicare le ore diurne che è rosso. (Quest’anno a Baselworld, Rolex ha fatto lanciare un classico, rosso e blu “Pepsi” GMT-Master II con una lunetta in ceramica.) Il rovescio della medaglia è che la differenza tra il nero e il blu può essere quasi impossibile da rilevare in luce scarsa, ma il lato positivo è che il blu è molto meno appariscente di rosso, quindi questo orologio può essere indossato con un vestito di affari. Per abbinare la lunetta, la lancetta delle 24 ore è ora blu, piuttosto che verde come sul modello nero-lunetta (che Rolex fa ancora). La scritta sul quadrante è tutto bianco; nella versione nero-lunetta, le parole “GMT-Master II” sono di colore verde. Tutto sommato, questa nuova versione rende un’impressione molto armonioso.

Patek_Philippe_QP_back_560

Patek Philippe Perpetual Calendar Chronograph

0

Questa settimana diamo uno sguardo ad un originale, orologio innovativo dal 20 ° secolo: il Calendario Patek Philippe Perpetual Chronograph. Questa serie – davvero, più di una dinastia – è fondato su innovazione, qualità e fascino artistico che è rimasto rilevante per 70 anni. Ci troveremmo di fronte specificamente alle Ref. 1518 ed i suoi discendenti, Refs. 5270 e 5271.

Nel 1941, Patek Philippe ha iniziato a produrre prima serie prodotta cronografo calendario perpetuo del mondo, il riferimento 1518. Il 1518 ha venduto per 2.800 franchi svizzeri nel 1941, e ancora oggi domina l’attenzione del settore, il più prominente all’asta. Una “rosa su rosa” rara versione di questo orologio venduto per oltre $ 1 milione in asta Phillips Uno di quest’anno, per dare un’idea della domanda di questi pezzi d’epoca.

Patek_Philippe_QP_vintage_560
Patek Philippe Perp Calendario Crono – d’epoca

Mentre il 1518 ha dimostrato di essere piuttosto la prodezza tecnica, la padronanza estetica chiaramente visto nel suo quadrante è anche notevole. L’attento posizionamento di smalto, sfumature blu, e il saldo del tecnicismo con arte propositivo (soprattutto nei quattro esempi in acciaio inox incredibilmente rare) dichiara questo orologio un ‘Graal’ per molti appassionati di orologi d’epoca. Sembra semplicemente eccezionale. Il 1518 tecnologicamente cambiato l’industria orologiera, impostare una barra per produzione di orologi complicati, e messo Patek Philippe in cima alla catena alimentare orologiera. In cima a tutto questo, Patek rilasciato i progressi di questa serie (prima in Rif. 2499) mezzo secolo prima di qualsiasi altra marca ha tentato di produrre in serie una complicazione simile.
Patek_Ref_5270G_013_560
Patek Philippe Ref. 5270G

Nel 2011, Patek Philippe ha celebrato il 70 ° anniversario della linea del calendario perpetuo cronografo con i Ref. 5270 (dettagli qui). Il quadrante di prima generazione ricordano del suo predecessore di – gli indicatori di giorno e del mese a ore 12, comporre un secondo sub a ore 9, a 30 minuti di quadrante a ore 3, e una luna fasi e quadrante per la data a ore 6. Le modifiche più evidenti sono il giorno / notte e anno bisestile indicatori, sul lato sinistro e destro della fasi lunari, rispettosamente. Inoltre, il riferimento moderno utilizza segni di spunta per gli indicatori di ora, invece di numeri arabi. Il 41 mm di diametro, cassa in oro bianco ospita anche il primo in-house perpetuo movimento cronografo calendario realizzato da Patek, il calibro CH 29-535 PS Q. Disponibile sia quadranti bianchi e blu, oltre a un oro Rose- variazione, questo pezzo può essere acquistato per circa $ 150.000.

In definitiva, il rilascio di Patek del 5270 fa bene a non sacrificare il suo equilibrio di forma e funzione in favore di un tributo puro per i riferimenti del passato. Patek modernizzato orologio per gentiluomini, ha migliorato la sua leggibilità, e disse: “Mentre noi siamo, creiamo il nostro movimento cavallo di battaglia di andare con lui.” Per me, questa mossa dice “Patek Philippe” ancor più che il timbro su il quadrante. Si tratta di un grande orologio, puro e semplice.
Patek_Ref_5271P_001_560
Patek Philippe Ref. 5270G – dial CU

Nel 2014, Patek rilasciato il riferimento 5271, ora il quarto adattamento della serie moderna. Questa variazione di perpetuo cronografo Patek calendario presenta una cassa in platino 41 mm con un quadrante nero con accenti in oro bianco bianco e applicate stampati. L’orologio viene su un cinturino in alligatore nero bello, ed è coperto in 81 gemme da linea a caso a chiusura. Al di fuori di queste modifiche estetiche, questo orologio è praticamente identico al 5270, ma a quasi il doppio del prezzo ($ 280,200).

Patek Philippe Ref. 5271P

Non voglio criticare pesantemente questo orologio perché so che è destinata ad attrarre un consumatore molto diverso di me. Mentre penso che i diamanti e platino sono in qualche misura ostentato, il 5271 non si avvicina nemmeno a molti altri pezzi sulla scala orologio appariscente. Pur essendo quasi identici in stile e design per il 5270, al di fuori di diamanti e combinazioni di colori, questo orologio continua a onorare la lunga storia della serie. Alcuni sottolineare che l’indicatore mese e giorno hanno ora lo stesso colore di sfondo del quadrante (una caratteristica non disponibile nel 5270), e non c’è più un piccolo tuffo sul quadrante 06:00 che ha spinto nel tachimetro, ma queste variazioni sono minime. Nel complesso, si tratta di un altro bellissimo orologio in questa serie storica, e Patek ha fatto un ottimo lavoro di bilanciare le gemme con lo sguardo inizialmente sottile dell’orologio.

Go to Top